NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti alla newletter dichiari di aver letto e accettato l'informativa sul trattamento dei tuoi dati personali.

* indicates required

Milano non ti temo: il giro delle ciclabili.

Dopo aver preso sicurezza lungo le ciclabili, questa domenica abbiamo solcato le strade di Milano, abbandonando così le lunghe e lisce strisce d'asfalto della periferia, per cimentarci con: sanpietrini, pavé, rotaie e ciclabili cittadine.

Vuoi sapere com'è andata? Seguici.

gruppo domenica

Come ogni domenica alle 10:30 un nutrito gruppo di pattinatori si è ritrovato nel quartier generale di Milanoskating, sotto il Palazzo della Regione Lombardia, pronti per una nuova avventura. 

Infatti questa domenica si è deciso di inaugurare un giro urbano adatto anche ai principianti, per iniziare a prendere confidenza con un ambiente non sempre liscio e non sempre adatto alle 8 ruote.

Pronti partenza via!

Prima tappa, dopo una salita degna di un "gran premio della montagna", Gae Aulenti per goderci un po' di folla in questa domenica più estiva che primaverile, foto di rito e poi ci si rimette in viaggio, superando così Corso Como e l'attraversamento che porta in Moscova.

In un concentrato di ostacoli e semafori arriviamo finalmente al Piccolo Teatro Strehler e da li, dopo aver superato un attraversamento con rotaie (un caduto, ma tutti vivi), possiamo scatenarci un po' sulla ciclabile che gira attorno al Castello Sforzesco e al Parco Sempione.

La domenica però, questo tratto di ciclabile, c'è un gran trafficato, tra turisti e patiti dello sport all'aria aperta. 

Noi arriviamo tutti belli colorati e allegri, tant'è che le comitive di turisti Giapponesi imbracciano le macchine fotografiche e diventiamo il loro soggetto preferito.

scalamobile

Ma non ci fermiamo, abbiamo ancora tanti km da fare.

Lasciato il caos del Castello, proseguiamo verso la Triennale e imbocchiamo la ciclabile di via Pagano fino a raggiungere Parco Don Luigi Giussani.

La giornata che doveva essere di pioggia si rivela in realtà un principio d'estate e mano a mano che i minuti passano la temperatura sale, così si cerca di fare qualche stop all'ombra o vicino a qualche fontanella.

Comunque l'umore e la determinazione dei partecipanti è davvero alta, anche se il caldo non aiuta. 

Adoro queste pattinate perchè ci si aiuta a vicenda, si chiacchiera, si cerca di non cadere e se succede c'è sempre una mano pronta a tirati in piedi. Si diventa amici spalleggiandosi a vicenda e cercando di superare gli ostacoli insieme.

Siamo a buon punto del nostro tour e la stanchezza e il caldo cominciano a farsi sentire, così torniamo verso il Castello (passando per Sant Ambrogio) dove ci fermiamo per bere qualcosa di fresco al Chiosco Squadre di Calcio.

Qui sapete che potete provare il panino MSK?

Rientro e pranzo Urban Style

Recuperate le forze ritorniamo sui nostri passi, direzione Palazzo della Regione.

Ricordate il gran premio della montagna? Bhe, ora ci aspettava la discesa, quindi i nostri intrepidi pattinatori hanno potuto sperimentare anche il brivido della caduta libera, nel senso che se non sai frenare è come buttarsi senza paracadute!

A parte gli scherzi, il rientro, sotto al Bosco Verticale, prevedere una bella discesa, così si supera un altro ostacolo urbano, portando a casa un giro ricco di difficoltà, ma anche risate e divertimento.

Per il pranzo, nonostante la sagra della Carbonara, decidiamo di approfittare, sempre in spirito molto urbano, del nuovo angolo pic nic di Carrefour, finendo, come di consueto con le gambe sotto al tavolo.

pranzo urbano

Alla prossima avvenuta su otto ruote!

FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest
Pin It